Corso per Fidanzati

dita-con-facce-disegnate-e-un-cuore-in-mezzo_23-2147596670OGNI GIOVEDÌ ALLE ORE ORE 21.15 PRESSO I LOCALI DELLA PARROCCHIA DELL’IMMACOLATA

“Quanto sei bella, amata mia, quanto sei bella!
Gli occhi tuoi sono colombe.
Come sei bello, amato mio, quanto grazioso!”

Cantico dei Cantici 1,15-16

È da poco iniziato il corso di preparazione al sacramento del Matrimonio; le giovani coppie sono accompagnate in questo itinerario; ogni incontro parte dalla lettura di un brano della Bibbia tratto dal libretto del rito del matrimonio. L’intento è di lasciare alle coppie un piccolo suggerimento per la preparazione della celebrazione del loro giorno più importante.
Così ci racconta Chiara Cipolletta, sposa e mamma di due bellissime bambine, che affianca le coppie in questo percorso:

“Il 12 gennaio (primo incontro) abbiamo accolto le coppie e ci siamo presentati: coppie di fidanzati, coppie guida/accompagnatrici e sacerdoti e abbiamo illustrato il tipo di percorso su cui rifletteremo e gli appuntamenti fissi tra cui il 15 marzo, giorno in cui le coppie incontreranno il Vescovo.

16 gennaio: abbiamo iniziato il nostro percorso riflettendo sulle sfide di oggi, aiutati dal secondo capitolo de “Amoris Laetitia” di Papa Francesco.
Spesso il nostro legame è momentaneo, pensiamo che tutto sia eterno, ma poi a causa di un individualismo accentuato o del narcisismo le nostre relazioni vengono meno. Ma non c’è solo questo ad ostacolare il confronto e la trasparenza l’uno verso l’altro; certamente anche la poca fiducia in un futuro o le difficoltà economiche fanno poco sperare in una costruzione di una famiglia.

23 gennaio: dopo aver trattato gli aspetti negativi che ostacolano la costruzione della famiglia, abbiamo visto l’aspetto più positivo che la Chiesa propone, l’esempio di Cristo a confronto con il nostro amore, l’amore umano.
Il nostro amore può essere forte e duraturo, ma quando ci sposiamo siamo in 3, i due fidanzati e Cristo. Lui è l’esempio vivente di un amore gratuito e speso totalmente verso l’altro. Abbiamo quindi cercato di confrontarci su quando siamo stati felici nella nostra vita di fidanzati e se Gesù c’entra qualcosa con le nostre vite”.

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google