Fermenti #23 – Albero di Natale

Pubblicato giorno 5 dicembre 2018 - In home page

L'albero di Natale in piazza della Libertà a Macerata


L’albero di Natale tra origini e tradizioni

L’albero di Natale, come lo conosciamo oggi, decorato e illuminato, si pensa che sia nato sulla riva sinistra del Reno, più precisamente in Alsazia, e che abbia avuto origine nella opere di teatro medievali che rappresentavano i misteri e i passaggi della Bibbia. Esse avevano lo scopo di far conoscere le Sacre Scritture ai parrocchiani, per i quali la predicazione era essenziale, ma non sufficiente, poiché per la maggior parte erano analfabeti. Alla vigilia di Natale si rappresentava l’episodio del peccato originale di Adamo ed Eva.
Al centro della scena c’era l’albero del Paradiso Terrestre che, vista la stagione ed il luogo veniva raffigurato con un abete. Ai rami si appendevano alcune mele, così come dolciumi e regali per i bambini.
Anche quando furono abbandonate queste opere teatrali di contenuto religioso, l’albero rimase associato al Natale.

Dall’Alsazia la tradizione dell’albero di Natale si diffuse in Germania e rimase per molto tempo tipica delle regioni a nord delle Alpi, in seguito di estese a tutta l’Europa e infine a tutto il mondo cristiano. I cattolici che prima del ‘900 lo consideravano un uso protestante, l’hanno accolto anche essi affiancandolo spesso al presepe. Al punto che ormai è invalsa la consuetudine, introdotta durante il pontificato di Giovanni Paolo II, di allestire un grande albero di Natale, accanto al presepe, nel cuore del cattolicesimo mondiale, in piazza S. Pietro a Roma.

Il significato dell’albero di Natale

L’albero di Natale – come si è visto – ricorda l’albero della conoscenza del bene e del male, del quale Adamo ed Eva mangiarono i frutti e da dove venne il peccato originale, e quindi ricorda Gesù, il Messia promesso per la riconciliazione. In quanto sempreverde esso rappresenta pure l’albero della vita e la sua forma triangolare simboleggia la S.S. Trinità.
Gli ornamenti tradizionali dell’albero di Natale hanno anche essi un valore allegorico: il puntale a forma di stella, collocato sulla cima dell’albero, fa riferimento alla stella che giuda i Magi fino a Betlemme e rappresenta la fede che deve guidare la vita del cristiano, le bocce richiamano le originali mele e dunque le tentazioni, ma simboleggiano anche i doni di Dio agli uomini, le luci rappresentano la luce di Cristo che è venuto ad illuminare il mondo.

Luigi Taliani

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)