Frammenti – Beato chi ascolta la Parola di Dio

Pubblicato giorno 22 gennaio 2022 - In home page

Il 23 gennaio celebriamo, per il terzo anno, la Domenica della Parola di Dio.

Papa Francesco, che l’ha istituita, propone la riflessione su di un brano tratto dal Vangelo di Luca nel quale un discepolo chiede a Gesù di insegnare loro a pregare.

Il Padre Nostro: la preghiera che tutti i cristiani utilizzano da sempre per riconoscersi in Lui come figli di un solo Padre.
Il Padre Nostro: la rinascita ad una vita nuova dove compiere la volontà del Padre è fonte di salvezza.
“Quando pregate, dite Padre Nostro…”: coinvolgiamoci in un “noi”, viviamo la comunità!
“Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto”: niente rimane indifferente al Padre quando viene richiesto nel nome del Figlio.

La comunità cristiana è il luogo privilegiato dove poter ascoltare e vivere di questa Parola, siamo chiamati ad essere fratelli e sorelle in Cristo sostenendoci gli uni gli altri, vivendo nell’amore e offrendo una testimonianza di speranza che permette di andare oltre le difficoltà del mondo presente.

Ascoltiamo e custodiamo la Parola di Dio e diventiamo seme che porterà frutto.

Accogliamo la Parola di Dio in Comunità: “Per favorire l’ascolto della Parola di Dio non si devono trascurare quei mezzi che possono aiutare i fedeli ad una maggiore attenzione… un’attenzione speciale va data all’ambone, come luogo liturgico da cui viene proclamata la Parola di Dio” (Verbun Domini 68)

 Accogliamo la Parola di Dio in Famiglia: “Con l’annuncio della Parola di Dio, la Chiesa rivela alla famiglia cristiana la sua vera identità, ciò che essa è e deve essere secondo il disegno del Signore” (Verbum Domini 85)

Accogliamo la Parola di Dio nella preghiera personale: “La divina Parola introduce ciascuno di noi al colloquio con il Signore: il Dio che parla ci insegna come noi possiamo parlare con Lui… In tal modo la parola che l’uomo rivolge a Dio diventa anch’essa Parola di Dio, a conferma del carattere dialogico di tutta la Rivelazione cristiana; l’intera esistenza dell’uomo diviene un dialogo con Dio che parla ed ascolta, che chiama e mobilita la nostra vita. La Parola di Dio rivela qui che tutta l’esistenza dell’uomo è sotto la chiamata divina” (Verbum Domini 24)

Siamo Chiesa e Parola di Dio: “La Chiesa si fonda sulla Parola di Dio, nasce e vive di essa. Lungo tutti i secoli della sua storia, il Popolo di Dio ha sempre trovato in essa la sua forza; la comunità ecclesiale cresce anche oggi nell’ascolto, nella celebrazione e nello studio della Parola di Dio” (Verbum Domini 3)

Aiutiamoci a vivere le nostre relazioni ecclesiali e familiari “arando in profondità la terra dei nostri schemi mentali con il vomere” della Buona Parola di Dio, per imparare ad accogliere e a scoprire l’altro che ci vive accanto.

Sperimentiamo la vita come un cammino sempre nuovo e orientato in avanti, verso mete che ci daranno il coraggio di attraversare gioie e fatiche della nostra quotidiana avventura.

Scegliamo di vivere la “nostra terra promessa”, confidando in un Dio mite e umile di cuore, nelle nostre relazioni con il coniuge, con i figli, con i colleghi, con i compagni di scuola, con i vicini di casa, con i poveri e con i bisognosi.

Apriamoci al futuro, generiamo desiderio, scopriamo l’altro per creare fraternità e custodire l’umanità.

 

Signore Gesù,
con forte desiderio
vogliamo cercarti nelle parole della Scrittura,
vogliamo comprendere
che tu abiti nelle parole del Vangelo,
vogliamo capire, mossi dallo Spirito,
ciò che vuoi dire a noi oggi.
Sappiamo di poterti trovare
e di poter dimorare con te
mediante lo strumento della lectio divina
che ci aiuta a credere,
a sperimentare l’iniziativa d’amore
di Dio verso l’uomo
e il disegno mirabile del Padre
sul cammino della nostra Chiesa
e sulla nostra vita.
Maria, custode amorosissima della Parola,
prega per noi.

(Carlo Maria Martini)

 A.A. (dal sussidio  liturgico-pastorale  “La domenica della Parola di Dio”, ed. San Paolo)

Lascia un commento

  • (will not be published)