Frammenti – La cura di raccontare la vita vera (papa Francesco)

Pubblicato giorno 12 febbraio 2021 - In home page

comsoc

Sono molte, in questo tempo difficile, inaspettato e nuovo, le notizie false che allarmano e confondono.

Papa Francesco, sempre attento all’oggi, ha scelto un titolo molto espressivo, per la prossima giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Eccolo:

Vieni e vedi (Gv 1,46). Comunicare incontrando le persone dove e come sono.

Il papa sottolinea l’impegno morale di “andare a vedere “, prima di raccontare, di non essere spettatori esterni, ma di aprirsi all’incontro, perché “la parola è efficace, solo se ‘si vede’, solo se ti coinvolge in un’esperienza, in un dialogo”.

La comunicazione sociale è uno strumento con potenzialità formidabili, ma priva di verifiche, è rischiosa.

Nel messaggio per la celebrazione del 16 maggio prossimo, festa dell’Ascensione, segue un invito autorevole: “Tutti siamo chiamati a essere testimoni della verità: ad andare, vedere, condividere”.

Al termine, una preghiera. Ci può aiutare a fare verità sul modo con cui comunichiamo le piccole esperienze del quotidiano e a chiedere luce, per chi ha la responsabilità dell’informazione e della comunicazione.

Signore, insegnaci a uscire da noi stessi,

E a incamminarci alla ricerca della verità.

Insegnaci ad andare e vedere,

Insegnaci ad ascoltare,

A non coltivare pregiudizi,

A non trarre conclusioni affrettate.

Insegnaci ad andare là dove nessuno vuole andare,

a prenderci il tempo per capire

A porre attenzione all’essenziale,

a non farci distrarre dal superfluo,

A distinguere l’apparenza ingannevole dalla verità.

Donaci la grazia di riconoscere le tue dimore nel mondo

E l’onestà di raccontare ciò che abbiamo visto.

S.C.

Lascia un commento

  • (will not be published)