Uniti, nella preghiera – II domenica dopo Natale: Fuori dal consumismo natalizio

Pubblicato giorno 2 gennaio 2021 - In home page

3 gennaio

Oggi, nella seconda domenica dopo Natale, abbiamo l’occasione di ripensare con serenità al mistero dell’incarnazione, riascoltiamo il prologo del vangelo di Giovanni e ricerchiamo il senso della vita, per noi stessi e per gli altri, senza rischiare di vivere con superficialità e “inappetenza” questo nuovo anno che il Signore ci regala.

Il prologo, nella sua andatura lenta e solenne, nei suoi fasci di luce che, come faro, attraversano duemila anni di storia e raggiungono le nostre “povere” vite e il “Verbo che si è fatto carne”, storia, sorriso, lacrima, carezza, dolore e morte sono una verità che stravolgono il senso della storia, ma imprimono una novità che niente e nessuno potranno mai fermare.

 

Dio “si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi” in quel tempo, in ogni tempo, in quell’umile spazio di Palestina e in ogni orizzonte dove l’uomo si interroga sulla brevità della sua vita, a fronte dei grandi desideri del suo cuore.

Il “Verbo fatto carne” riguarda l’uomo che vede il susseguirsi dei giorni dietro le sbarre di un carcere o di un letto di ospedale; riguarda la donna ferita negli affetti della famiglia, riguarda il giovane laureato che vede davanti solo muri invalicabili…

Dio abita in noi!

Accanto a ciascuno di noi c’è Gesù che ci incoraggia a sperare, che porta con noi il peso della solitudine, che si avvicina a noi, discepoli di Emmaus o pastori della notte di Natale, per “regalare certezze e carezze”; c’è Lui che ci abbraccia, ci carica sulle sue spalle e ci aiuta a camminare.

 

 

UN ESERCIZIO E UNA PREGHIERA – abitare

 

Gesù ci accompagna in questo nuovo anno e abita la nostra storia perchè Lui, per primo, ha sperimentato i sentimenti che affollano il nostro cuore e anche Lui ha avuto paura.

Lasciamoci fare da Chi ci conosce e ci ama!

 

 

(dal sussidio liturgico-pastorale “Avvento e Natale”, ed. San Paolo)

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)